MANUEL EDER – COMUNICATO STAMPA VFS

fonte: https://venetofronteskinheads.org/beta/2024/03/19/comunicato-stampa-46/

Apprendiamo con sdegno la condanna emanata da una corte austriaca a NOVE ANNI DI RECLUSIONE in carcere nei confronti di Manuel Eder, militante politico nazionalista reo di essersi macchiato di una serie di crimini politici dalla gravità inaudita che spaziano dai testi musicali non conformi suonati dalla sua band, per arrivare addirittura alla minaccia eversiva di possedere dei libri.

“Leggi fatte apposta sulla pelle dei ribelli, per far credere alla gente che i colpevoli siano quelli”, cantavano i Peggior Amico.

A distanza di vent’anni constatiamo sulla nostra pelle e su quella di troppi camerati perseguitati dal sistema giudiziario delle super democrazie, come delle leggi istituite ad hoc vengano applicate per uso squisitamente repressivo al fine di condurre nelle patrie galere chi ha ancora il coraggio di pensare con la propria testa ed esce dagli steccati ideologici imposti dalla propaganda del politicamente corretto.

Leggi pericolosamente vaghe ed interpretabili come il cosiddetto “attizzamento delle masse”, denominato giuridicamente Volksverthetzung nei paesi germanofoni, evidentemente servono a tappare la bocca con un decennio di reclusione uomini liberi che, forti della propria Idea sono fieri delle proprie origini e non si vergognano della storia della propria gente, macchiandosi quindi della colpa imperdonabile di lesa maestà nei confronti di un sistema che ci vuole tutti indistintamente uguali: massificati e sradicati.

Pensando al caso di Manuel Eder oggi, a quello del frontman dei Landser ieri; ma anche ai tanti casi di scrittori, editori, storici e artisti che hanno conosciuto la censura e l’arresto affiora alla nostra memoria una massima:

“Tra il grigio delle pecore si celano i lupi, vale a dire quegli esseri che non hanno dimenticato che cos’è la libertà. E non soltanto quei lupi sono forti in se stessi, c’è anche il rischio che, un brutto giorno, essi trasmettano le loro qualità alla massa e che il gregge si trasformi in branco. È questo l’incubo dei potenti.”

– Ernst Junger

Lonigo 19/03/2024

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *