LINEA RETTA

Kulturaeuropa sin dall’inizio del suo Progetto ha posto l’attenzione sul  posizionamento culturale rivoluzionario. 

Quindi pragmatico, scevro da ideologismi e da nostalgismi, ma saldamente ancorato ai Principi immortali.

Questa scelta esplicitata in tutta la sua produzione, dal sito alla WebRadio alla interazione con il mondo militante è sempre stata improntata alla massima chiarezza nei contenuti, senza fare sconti a nessuno.

Non siamo al Centro Commerciale, dove ognuno prende il prodotto che gli serve.

Ciò non vuol dire affatto comprare ad occhi chiusi quel che proponiamo come Linea di Condotta, anche perché amiamo il confronto e la dialettica serrata, ma neanche che si possa fare e dire ciò che più aggrada, per interessi particolari o per “innamoramenti” indotti da qualche partito o gruppetto.

In questi anni abbiamo riscontrato uno scadimento verso posizioni, soprattutto in materia di politica estera, che oscillano paurosamente tra tentazioni filorusse oppure apertamente filosioniste e atlantiche, ma persino filoislamiche, tutte riassumibili in una stessa Area di riferimento che riesce in modo alquanto bizzarro a rappresentare un Circo Barnum del “sentimentalismo” .

Su questo si innescano strumentalizzazioni molto più prosaiche dettate da vicinanza a Partiti della maggioranza oppure del variopinto mondo del dissenso: entrambi speculari di un modo di essere totalmente passivo e nullista che porta molte energie alla paralisi mentale.

Noi non ci sentiamo affatto migliori degli altri, ma proponiamo oggi una coerenza di metodo, di contenuti e di prassi che è assolutamente inattaccabile e che vede nell’Europa l’Alfa e l’Omega di ogni ragionamento e di ogni azione.

Non in termini astratti, ma pratici.

In nome di questo assunto rifiutiamo a priori ogni filorussismo, ogni filosionismo e ogni filoamericanismo, in quanto consustanzialmente antieuropei.

Tanto dovevamo.

REDAZIONE KULTURAEUROPA

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *