SIETE SOLO FUFFA!

Abbiamo assistito ieri sera all’esempio più virtuoso di depravazione della nostra storia: la bandiera di Israele proiettata sull’arco di Tito. È l’ennesima scena ripugnante alla quale dobbiamo assistere dopo l’attacco di Hamas al territorio illegittimo di Israele.

Tra le migliaia di partecipanti, che probabilmente non avranno mai preso in mano un libro di storia o di geopolitica, anche esponenti della comunità ebraica ma, soprattutto, esponenti del governo. In piazza, accorsi alla chiamata del giornale “Il Foglio”, organizzatore della triste parata, troviamo il sindaco Gualtieri, Matteo Renzi, Andrea Del Mastro, Giovanni Donzelli e altre figure dei partiti di governo.

Ma non è abbastanza: assistiamo poi a una lunga trafila di interventi, in cui le istituzioni riconoscono Israele come stato legittimo e “faro della democrazia in oriente”.

Ebbene, ci viene spontaneo chiederci se il caro Giovanni Donzelli e gli alti luminari della geopolitica internazionale presenti ieri sera abbiano messo in conto o se fossero anche solo a conoscenza dei soprusi che la popolazione palestinese subisce da circa 80 anni, a seguito dell’invasione delle loro terre da parte di Israele. La costruzione di un muro che divide Gerusalemme, i razionamenti d’acqua a danno dei popoli palestinesi, dove i più poveri hanno diritto solo al 20% del totale e dove l’ingorda Israele ne detiene tutti i diritti, sono solo alcune testimonianze che provano quest’affermazione; i territori più ricchi di risorse primarie, come se non bastasse, “appartengono” agli israeliani e da essi sono amministrati. Ultima ma non meno importante, la questione degli  sfratti nei confronti delle famiglie palestinesi per lasciar spazio ai ricchi condomini israeliani: non è forse una vera e propria invasione?

Ma forse è meglio, come ci ricordano i politicanti presenti ieri sera alla manifestazione, schierarsi dalla parte dei più potenti. Sarà una coincidenza che a riconoscere l’indipendenza di Israele e a sostenerla economicamente siano proprio gli Stati Uniti?

A questa classe dirigente che si è sempre schierata dalla parte della coerenza, e che ora si è ritrovata china a lucidare le scarpe al peggiore tra i finti democratici, ignorando incontrovertibili fatti storici: siete solo fuffa!

Un’altra bella bugia tra tante belle storie.

Casarhéa

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *