REDAZIONALE

KULTURAEUROPA: LO SVILUPPO DI UN PROGETTO

Il progetto che ruota intorno a KulturaEuropa nasce in modo completamente autonomo nel febbraio 2020, alla vigilia della pandemia.

L’esigenza era quella di dare voce alle diverse esperienze individuali che avevano percorso, non necessariamente insieme, un lungo tratto di militanza politica e culturale e di dare un contributo metapolitico basato sulla competenza e sull’approfondimento delle tematiche più importanti, con una particolare attenzione al panorama europeo ed internazionale.

Il sito ha incominciato sin da subito ad attrarre l’attenzione di molti e soprattutto la produzione dei primi podcast ha contribuito fortemente ad aumentare gli ascolti e a favorire le prime collaborazioni.

Dopo pochi mesi, con la costituzione di un Comitato di Redazione e l’adesione di nuovi arrivi in  rappresentanza di diverse generazioni, Kulturaeuropa diventa rapidamente una realtà consolidata nel panorama culturale del vasto mondo “non conforme”.

Nel febbraio 2021 si decide il grande passo: dalla produzione di podcast si passa al varo di una vera e propria webradio, quella che oggi è Radio Kulturaeuropa.

Lo sforzo è stato ed è indubbiamente notevole, soprattutto per offrire un palinsesto adeguato ai tempi, con lo spirito di voler affrontare quella che per noi è la sfida della contemporaneità e del futuro senza nessun timore e con la consapevolezza di avere i requisiti dottrinari fondamentali per poter “cavalcare la Tigre”.

Il passo successivo fondamentale per lo sviluppo della Radio è stato sicuramente la partecipazione di diverse realtà identitarie affini (le quali curano le proprie rubriche radiofoniche e partecipano al Comitato di redazione), che hanno portato il necessario collegamento con le realtà militanti che agiscono ed operano sul territorio e con le quali la Radio non ha mai smesso di dialogare, promuovendone sovente le iniziative.

Ciò ha consentito di non cadere nella tentazione dell’atteggiamento “distaccato” o “disincantato” rispetto a ciò che si muove nel panorama politico attuale, pur avendo la Radio una sua linea autonoma, in particolare rispetto al concetto di Autonomia Europea, che ne connota l’identità e la premessa teorica.

La novità, se possiamo dirlo, di Radio Kulturaeuropa è stata proprio questa: aver inaugurato una nuova prassi progettuale ed operativa, autonoma nelle forme e nei contenuti e non dipendente da alcun Partito o Gruppo.

Il che consente quella fluidità e snellezza, fuori da ogni dogmatismo o visione settaria, che deve secondo noi necessariamente essere il modo di fare Comunicazione al giorno d’oggi, operando in modo sinergico affinché ogni realtà o persona che partecipa possa stabilire collegamenti, canali comunicativi bilaterali e creatività culturale.

I temi che abbiamo trattato in questo anno e mezzo di attività della radio sono li a testimoniare questo assunto: dalla politica internazionale a tutto tondo, all’attualità politica nazionale, al cinema, alla letteratura, allo sport, al rapporto tra Tecnica e Politica (fulcro centrale di diverse trasmissioni animate dai giovani di Prometheica), al conflitto Capitale/Lavoro, alla ricerca sulla questione dello Stato oggi e domani, al Sovranismo ed ai suoi limiti interpretativi, alla crisi della delega e del sistema di rappresentanza.

Questi sono solo alcuni dei temi che abbiamo affrontato e che affronteremo nel futuro, per fornire un contributo dottrinario di orientamento in questi tempi complessi, ma al contempo forieri di opportunità per chi saprà anticiparne gli esiti.

Questo primo lavoro da “minatori” alla ricerca di materiali preziosi per affrontare le sfide future, ha avuto un suo primo riscontro trasversale nella Conferenza online del 2 Giugno 2022 (disponibile sul canale YouTube di Kulturaeuropa) dal titolo “Europa, Accelerazione, Potenza”, nel corso della quale si sono avvicendati Relatori espressione di diverse realtà metapolitiche e militanti che hanno tracciato delle linee teoriche ed operative su come uscire dall’attuale stagnazione del pensiero e su come ipotizzare un’egemonia in campo culturale, premessa necessaria per ogni ipotesi di contropotere.

Terminiamo questa sintetica presentazione, ricordando che da un paio di mesi abbiamo anche inaugurato sul canale YouTube di Kulturaeuropa una prima serie di trasmissioni in video che vogliono essere un’ulteriore sfida tecnica.

Non solo, il sito Kulturaeuropa dal 25 Novembre 2022 ha iniziato un nuovo corso, pubblicando un articolo al giorno, frutto del lavoro di Redazione o dei collaboratori che ruotano intorno ad essa, allo scopo di fornire un punto di vista originale e prodotto in proprio.

In conclusione, chi vuole collaborare con il Progetto di Kulturaeuropa e della Radio è il benvenuto. L’apporto può essere di varia natura: dalla redazione di articoli da pubblicare sul sito, al curare una rubrica sulla Radio o al cimentarsi come “speaker” in Radio, oppure dando un apporto ai mezzi di comunicazione informatici di cui ci siamo dotati, allo scopo di potenziarne l’efficacia divulgativa.

REDAZIONE KULTURAEUROPA

Lascia una risposta