ECONOMIA E LAVORO

NATURA DELLA MONETA E DEL DEBITO

“Quando un governo dipende dai banchieri per il denaro, questi ultimi e non i capi del governo controllano la situazione. La mano che dà è al di sopra della mano che riceve. Il denaro non ha patria e i finanzieri non hanno patriottismo né decenza; il loro unico obiettivo è il profitto.”Napoleone Bonaparte – Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec

Spesso per capire dove si è arrivati occorre ricordare da dove si era partiti, perché il percorso dà significato ai cambiamenti occorsi. Il tema monetario ha sempre appassionato i dibattiti economici del recente passato, ma cosa pensavano i vertici della filosofia occidentale, cosa avevano elaborato le menti più sottili della nostra storia millenaria? I due giganti più rappresentativi del pensiero antico e medievale, Aristotele e Tommaso d’Aquino hanno scritto chiaramente cosa fossero per loro la moneta e l’usura. Quale fosse la “natura” della moneta. 

Lo stupore che si prova nell’aprire lo scrigno del pensiero dei nostri Padri è notevole, notevole perché non puoi aspettarti che dal più profondo passato possa arrivare qualcosa di così dirompente nell’oggi, di così rivoluzionario.

Dopo aver fornito una sintesi della problematica in questo video è parsa opportuna e consequenziale una attualizzazione sul vacillante sistema della moneta debito, altro presunto dogma che solo la dimenticanza degli insegnamenti antichi ha potuto mantenere in auge.

Pietro Ferrari

Lascia una risposta