EUROPANAZIONE

POLITICA

ABBIAMO UNA DIPENDENZA MA NON ABBIAMO UN SERT

“Io ho scelto di non scegliere […] ho scelto qualcos’altro”. E’ una celebre frase di Trainspotting, film del 1996 che racconta la storia di Mark Renton, un giovane di Edimburgo che stanco delle delusioni sceglie di essere un tossicodipendente. Una frase che ricorda l’atteggiamento italiano nello scacchiere geopolitico da circa settant’anni a questa parte. Una Nazione che ha scelto di non scegliere, una Nazione che ha scelto qualcos’altro; ha scelto di essere dipendente da altri. Non è infatti un mistero che non abbiamo una politica autonoma e che qualsiasi decisione passi prima dal benestare di Washington. Come non è un mistero che il novanta per cento del fabbisogno di petrolio, gas, minerali e prodotti della pesca utilizzati come materie prime o semilavorati in settori come petrolchimica, metallurgia, energia, servizi sanitari, industria estrattiva e alimentare proviene dall’estero(dati Eurostat). Lo stiamo notando con lo scoppio della guerra tra Russia e Ucraina, con Mosca che minaccia di tagliare le forniture di gas a un’Europa che non ha abbastanza scorte per affrontare l’inverno(Germania e Italia in primis). 

Essersi affidati alla globalizzazione è stato un errore, non aver avuto una programmazione politica a lungo raggio è stato un errore. L’indipendenza degli asset strategici è di fondamentale importanza e adesso se ne rendono conto in molti, per questo serve trovare un’autonomia dal gas russo nel più breve tempo possibile ma ancora di più serve trovare una vera indipendenza da qualsiasi altra Nazione. Il nucleare di ultima generazione, sicuro e pulito, è la soluzione ideale per arrivare ad avere un’autonomia assoluta. Un’autonomia che dobbiamo trovare al più presto anche per quanto riguarda l’industria Tech, le telecomunicazioni e il digitale se non vogliamo rischiare di trovarci totalmente dipendenti dal mercato cinese con tutte le ingerenze che ne susseguono. Servirebbe fare molto, ma prima di ogni altra cosa, ci servirebbe un “Sert” per uscire da questa voglia di dipendenza da tutto ciò che è straniero.

Pierpaolo Cicciarella

Lascia una risposta