EUROPANAZIONE

ATTUALITA'

NELL’ITALIA DEL 2021 REPUBBLICA ASSUME UN GIORNALISTA DI DESTRA. MA POI CI RIPENSA

Non conta il merito ma gli steccati dell’ideologia posticcia del nostro tempo: Fernando Magliaro inizia la collaborazione e poi lo tagliano

FONTE: https://www.barbadillo.it/100704-il-caso-nellitalia-del-2021-repubblica-assume-un-giornalista-di-destra-ma-poi-ci-ripensa/

Succede in Italia nel 2021, il paese degli steccati disegnati da Michela Murgia e Tomaso Montanari. Un bravo cronista romano, Fernando Magliaro, figlio di Massimo, storico portavoce di Giorgio Almirante e già direttore di Rai International, lascia il Tempo (dove lavorava con merito da più di dieci anni) e firma un contratto con Repubblica. Fa un tweet e apriti cielo, il suo contratto salta. 

Succede in Italia nel 2021, il paese degli steccati disegnati da Michela Murgia e Tomaso Montanari. Eppure “a fine agosto – scrive Il Giornale – Repubblica gli ha comunicato che il vicedirettore Carlo Bonini aveva confermato l’ingaggio e di lì a breve avrebbe firmato il contratto per prendere servizio il primo di settembre. Tant’è che Magliaro si è prodigato per dare immediatamente le dimissioni alla vecchia testata riuscendo addirittura a farsi scontare i 15 giorni di preavviso”.

Succede in Italia nel 2021, il paese degli steccati disegnati da Michela Murgia e Tomaso Montanari. Due giorni dopo aver preso servizio, Fernando Magliaro ha ricevuto la comunicazione che la collaborazione stipulata due giorni prima era stata annullata dal direttore responsabile.

Succede in Italia nel 2021, il paese degli steccati disegnati da Michela Murgia e Tomaso Montanari. La contraerea ideologica di Repubblica, saldando l’ostilità per l’estrazione familiare di Magliaro con la ristrutturazione in corso, preclude a un cronista di valore di lavorare sulle sue pagine, nonostante le pregevoli inchieste svolte in questi anni per il quotidiano di Piazza Colonna (quella sul progetto del nuovo stadio della Roma su tutte).

Succede in Italia nel 2021, il paese degli steccati disegnati da Michela Murgia e Tomaso Montanari. Eppure proprio Repubblica, nel luglio scorso, con una necrologia del direttore responsabile Maurizio Molinari (che ha lavorato – come Magliaro – al Tempo), aveva commemorato la scomparsa dello storico corrispondente da Bruxelles, Franco Papitto. Non solo, a Papitto era stato dedicato anche un articolo in cultura, con un riferimento alla sua gioventù ribelle. Ecco, Papitto, a Valle Giulia era stato in prima linea, ma non con il Movimento. Aderiva allora alla destra rivoluzionaria di Stefano Delle Chiaie, Adriano Tilgher e Tonino Fiore. E dopo la militanza, scelse il giornalismo e si affermò nel giornalismo. Proprio nel giornale di Eugenio Scalfari…

Succede in Italia nel 2021, il paese degli steccati disegnati da Michela Murgia e Tomaso Montanari. Prima dell’ideologia dovrebbe prevalere il merito, il buon senso e il buon gusto. Ma siamo nell’Italia degli odii antichi e delle ferite che qualcuno vuole non si possano mai rimarginare. 

Gerardo Adami

Lascia una risposta