EUROPANAZIONE

ATTUALITA'

IL GOVERNO DRAGHI/SPERANZA ALLUNGA LE MANI (E LE SIRINGHE) SUI BAMBINI PER LA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA

FONTE: https://www.controinformazione.info/il-governo-draghi-speranza-allunga-le-mani-e-le-siringhe-sui-bambini-per-la-vaccinazione-obbligatoria/

Nonostante le valutazioni degli esperti, fra i quali il prestigioso Istituto Koch in Germania (che ha esplicitamente sconsigliato i vaccini per i minorenni -1), il governo Draghi/Speranza procede come un bulldozer verso le scuole per imporre la vaccinazione dei bambini.

Draghi e Speranza non sentono nessuno e procedono per completare il loro programma a tutti costi: “il vaccino salva dalla morte, i non vaccinati muoiono”.

Con queste affermazioni categoriche, deliranti e fuori dalla realtà si cerca di intimorire la popolazione, questo si era capito ma il fatto grave e che si vogliono coinvolgere anche i bambini.

Se poi i genitori scendono in piazza per protestare questi vengono considerati dal ministro degli Interni Lamorgese alla stregua di estremisti, teppisti, no vax e pericolosi neo-fascisti. Le persone non hanno alcun diritto a protestare e il ministro degli Interni, che minaccia la repressione del dissenso in piazza, è lo stesso che lascia tranquillamente entrare tutti i clandestini dal nord Africa, senza pretendere documenti e “green pass”. Nuova manodopera necessaria per sostituire gli italiani.

Si può scendere in piazza per protestare per i diritti delle coppie omosex o per i trans e la dottinaa LGBT, quella si è benedetta dalla UE ma, protestare per l’imposizione vaccinale ai bambini, quello non è permesso, è considerato eversivo.

Il lasciapassare (green pass) d’altra parte è richiesto soltanto ai cittadini italiani, non solo per viaggiare ma anche per entrare al bar e ristorante. Guai però a dire che stiamo entrando in una dittatura sanitaria, si rischia di passare per negazionisti, pericolosi estremisti ed è pronta la denuncia della Digos.

La deriva su cui sta scivolando l’Italia è incredibile, un sistema totalitario e di controllo di massa si sta affermando in modo subdolo nell’indifferenza di tutti gli organi di controllo che si perdono nella retorica dei discorsi scontati mentre le libertà fondamentali, quelle stabilite dalla costituzione, vengono aggirate ed abolite con il pretesto (falso) dell’emergenza continua. Un giorno ne dovranno rispondere.

La vera emergenza della difesa del territorio e del flagello della povertà non è affatto considerata.

Le oligarchie globaliste transnazionali vogliono la distruzione del tessuto economico e sociale del paese ed a questo serve la stretta pseudo sanitaria con il successivo blocco che manderà in rovina le imprese italiane della ristorazione, turismo, spettacoli e varie. Le multinazionali attendono di entrare e fare bottino in Italia di quanto sarà offerto a prezzi di saldo.

Basterà una V ondata.

Nel frattempo si cerca un capro espiatorio e questo è rappresentato dai dissidenti, tutti coloro che, per motivi personali, sanitari o di principio, non vogliono sottoporsi al vaccino. Guai a loro, sono i “no vax” che possono infettare e diffondere il contagio, tuonano gli pseudo esperti che parlano dalle Tv tutte le sere incitando all’odio ed alla prescrizione dei renitenti. Devono essere isolati e rinchiusi in casa, non devono uscire e gli si deve proibire qualsiasi contatto sociale, dichiarano i politici della sinistra globalista, con la complicità delle finte opposizioni che giocano il ruolo del “poliziotto buono” che tollera un po’ di più ma non troppo. Un evidente gioco delle parti.

“Consenso obbligato” è il termine che usano intenzionalmente per vaccinare i bambini, poiché descrive una mostruosità giuridica e la nuova forma di totalitarismo.

Lo Stato non si assume alcun obbligo di garanzia mentre obbliga alla vaccinazione anche i ragazzini di 12/13 anni. Vaccinatevi dicono e, se avrete conseguenze gravi, saranno problemi vostri. Non ne risponde nessuno ed è obbligatoria la firma sotto il modulo di scarico di responsabilità. Ponzio Pilato non avrebbe fatto di meglio.

Il generale Figliuolo ha addestrato le sue truppe per stanare casa per casa i renitenti al vaccino. i campi di detenzione verrano subito dopo, non bisogna meravigliarsi più di nulla.

Alcuni commentatori, da ultimo Marcello Sorgi sulla Stampa, iniziano a paventare una possibile crisi di governo per “volontà di autosuicidio dei partiti”. In quel caso si auspica un governo di emergenza militare, (il generale già sappiamo chi potrebbe essere). Vedi: Marcello Sorgi evoca il governo militare in caso cadesse Draghi……

Al governo militare di “salute pubblica” sarà demandato di portare a termine la campagna vaccinale, di ottenere i “recovery fund” dall’Europa, di garantire l’ordine pubblico (leggi repressione della dissidenza) e terminare il programma iniziato da Draghi e Speranza.

A quel punto, di fronte all’esperimento di tipo cileno che si avvicina per l’Italia, alle persone che protesteranno e saranno avviate a forza verso i cellulari ed ai campi di detenzione, resterà da rispolverare i vecchi slogan che erano in voga in Cile durante la dittatura di Pinochet: “el Pueblo Unido jamàs serà vencido”.
Nella storia le situazioni (le fasi) ritornano e si alternano, come ci ha insegnato il Gianbattista Vico.

1 – La Germania sconsiglia la vaccinazione con Pfizer nei bambini e negli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni senza patologie pregresse: questa è la raccomandazione diffusa dallo Stiko, il Comitato permanente sulle vaccinazioni del Robert Koch Institute. https://www.ilmessaggero.it/salute/focus/pfizer_adolescenti_germania_dati_ema_cosa_sappiamo_ultima_ora_11_giugno_2021-6016634.html

Luciano Lago

Lascia una risposta