EUROPANAZIONE

KULTURA

CADUTI SUL CAMPO DELL’ONORE 1948-2000. LA NOSTRA STORIA

FONTE: https://fenice-europa.eu/index.php/documenti/la-nostra-storia

Narrare la storia è un privilegio. Abbiamo raccolto le memorie del tempo, abbiamo ascoltato la nostra memoria ed la memoria di altri. La normale conseguenza è stato la necessità di fissarle indelebilmente. “E tutti insieme, insieme morti e vivi a questo mondo che non ha più ideal”

Fortunatamente vi sono nel panorama letterario alcuni libri che approfondiscono il tema dei cosiddetti “cuori neri” durante gli anni di piombo. Libri che solo qualche decennio fa sarebbe stato impensabile veder pubblicati; agli autori va tutto il nostro ringraziamento per un lavoro di ricostruzione storica necessario.

Noi, non siamo autori, non lo possiamo essere.

Noi siamo dei narratori di storie. Storie di cui abbiamo fatto parte, o direttamente, o in quanto militanti di un mondo che le ha vissute. Abbiamo il dovere e il diritto di narrare, di raccontare quei terribili anni e ricordare coloro che caddero sul Campo dell’Onore. Solo incidentalmente è toccato a noi farlo, ma, va ribadito, questo non è un titolo di merito. Certo abbiamo l’ambizione di essere la voce di intere generazioni che non hanno paura di esporre senza riserve il proprio passato, quali che siano gli eventi che lo hanno caratterizzato. La motivazione è tanto semplice quanto profonda, questo è un nostro dovere e l’abbiamo realizzato al massimo delle nostre capacità.

Per questi motivi abbiamo voluto che altri potessero leggere la nostra narrazione e quindi l’abbiamo inviata a tutte le biblioteche d’Italia.

La conoscenza è ciò che ci rende liberi, il sapere è l’arma più letale mai usata dall’uomo. La cultura come strumento vera emancipazione dell’Uomo Europeo. Non vogliamo certamente presentare una serie di testi eruditi, quello che vogliamo è semplicemente narrare, narrare la Nostra Storia, perchè venga conosciuta e tramandata.

Historia vero testis temporum, lux veritatis, vita memoriae, magistra vitae, nuntia vetustatis (Cicerone, De Oratore, II, 9, 36), ovvero: La storia in verità è testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra di vita, messaggera dell’passato.

Chi cadde sul Campo dell’Onore ha scritto delle pagine di storia. Noi le abbiamo semplicemente raccolte. Tu che le leggerai, se alla fine non proverai nulla, hai perso la tua anima.

Versione stampabile in formato .pdf

Versione Ebook

a cura di FENICE EUROPA

  1. Giancarlo

    Leggere su un sito così importante, di riferimento per un intera area, il rilancio del nostro lavoro mi fa un piacere immenso. Non solo per conferma narcisistica, ma sopra tutto perchè finalmente si esce dagli steccati egoistici, ed il lavoro di qualcuno è rilanciato anche da altri, affinchè la nostra cosiddetta “area” possa usufriurne al massimo.

  2. Giancarlo

    Vi ringraziamo per l’apprezzamento : è una nostra scelta quella di dare spazio e visibilita’ a tutti quelli che hanno una direzione di marcia.Se volete collaborare in ogni modo, ne saremo lieti e tra l’altro siamo a disposizione,se volete, per fare un podcast sulla vostra iniziativa.A Presto.
    KulturaEuropa.

Lascia una risposta