EUROPANAZIONE

REDAZIONALE

ANNO ZERO

Lo diciamo con chiarezza: non abbiamo tempo da perdere con nostalgismi incapacitanti, strilloni che si inventano “rivolte popolari” totalmente inesistenti, se non nei propri onirici disegni da avanspettacolo felliniano.

Non ci interessa niente di un sovranismo filotrumpiano gretto e meschino che nulla ha a che vedere con l’eredità che ci appartiene.

L’Italia del 2020 non è il nostro orizzonte ideale, nè lo è qualsiasi tentativo di ridurre le sfide del futuro alla difesa di uno status quo che fa ribrezzo da 70 anni e che non perde occasione di rendersi ridicolo ogni giorno che passa.

Attualmente non esiste un Popolo degno di questo nome e l’Italia sta collassando non per il virus, ma per gli endemici e strutturali problemi di una società marcia che genera uno Stato altrettanto marcio. 

Gli slogan ci hanno stufato da tempo e non agitano più nessuno, sono foglie morte che qualcuno si ostina a riproporre più per protagonismo che per convinzione, trascinando con sè il nulla.

Noi andiamo Oltre e non ci interessa difendere niente, men che meno una massa di pecoroni impauriti.

Per questo proseguiamo a scavare. 

Per il futuro dell’Europa Nazione, convinti che sia l’unica via praticabile in tempi in cui meno si strilla e ci si agita a vuoto e meglio è.

Questo è l’unico vero atto d’Amore che si può fare all’Italia.

REDAZIONE KULTURAEUROPA

Lascia una risposta