EUROPANAZIONE

KULTURA

STORIA DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA IN 2500 ANNI

Le antiche origini si rinnovano nelle attuali Aeternitas – di Roberto Amati

Questo saggio è frutto della ricerca su origini e storia ‘evolutiva’ dell’Europa condotta in 20 anni dall’autore attraversando gli avvenimenti politici, militari, religiosi e socio-economici degli ultimi 2500 anni, lungo un percorso che inizia nelle antiche civiltà orientali e mediterranee e prosegue nei secoli dell’Impero cristiano, fino a giungere ai giorni nostri.

Ne emergono identità e cultura comuni e quegli elementi basilari che mostrano l’esistere di una continuità fra le diverse epoche storiche, che la ricerca pone in connessione in modo nitido e oggettivo. L’autore delinea un profilo di unitarietà storica, politica, religiosa e culturale di ciò che è stato il percorso evolutivo del ‘vecchio continente’, fondato su quelle “Aeternitas” attorno a cui si è retta la struttura portante del continente per millenni, ancor oggi vive e visibili, pressoché immutate.

La tesi del saggio è dimostrare che la complessa e millenaria storia del lento e inesorabile processo di evoluzione dell’Europa sia volta alla sua meta finale (predestinata?): l’integrazione dei popoli e delle nazioni che la costituiscono sin dalle origini.

Il testo è concepito con una struttura tematica poliedrica, che rispecchia le varie ‘anime’ europee offrendo in ciascuna parte una specifica interpretazione. L’Introduzione espone princìpi, concetti, domande, ma anche filoni filosofici e culturali sui quali si è formata la cultura europea, evidenziando le milestones di svolta del pensiero comune continentale, con un discorso di impronta filosofica orientale e classica.

La Prima Parte racconta fatti, personaggi e linee evolutive europei, in stile storiologico greco, evidenziando il ruolo dell’Impero (in particolar modo quello cristiano) che nei secoli ha ‘attratto’ i vari popoli stanziatisi in Europa e riunendoli in un modello di civiltà tuttora vivo: così Stati e Nazioni europee oggi inclusi nella UE sono il prodotto della ‘gemmazione’ dell’Impero in 2000 anni.

Nella Parte Seconda si approfondisce l’evoluzione del pensiero giuridico-politico europeo, con trattatistica giurista romana, seguendo lo sviluppo della funzione dell’Auctoritas sin dalla prima configurazione nell’antica Res Publica di Roma, via via lungo le epoche, a ricostruire la continuità della sua rielaborazione in ogni forma di potere affermatasi in Europa, fino alle moderne repubbliche democratiche e costituzionali.

La Terza Parte è la sintesi (intrisa di pathos cristiano) della storia del Cristianesimo, dalle prime ‘comunità’ d’età imperiale alla diffusione nell’intera Europa grazie all’opera evangelica dei padri-monaci missionari, in linea con la politica di cristianizzazione di Impero e Chiesa, nella visione escatologica biblica della ‘salvezza per tutti i credenti nel Cristo’.

La Parte Quarta è una narrazione criptica che ‘svela’ la storia europea in relazione alle sue radici culturali, ai suoi miti fondativi e al cammino del ‘popolo europeo’, ispirandosi alla matrice metafisica celtica: solo addentrandosi nei ‘misteri’ raccolti nella cosmogonia greca-orientale, nell’antica mitologia greco-romana, nella lettera biblica e nelle più famose leggende medievali narrate dalle “Chanson de geste”, si può decifrare e ricostruire l’intera vicenda storica europea e comprenderne la sua unitarietà di origini e destino.

Nell’ultima parte l’analisi, in stile razionale nordico, delle Aeternitas stabilisce quali siano i fondamenti della futura ‘Europa Unita’.

https://storiadellintegrazioneeuropeain2500anni.it

Lascia una risposta