EUROPANAZIONE

ESTERI E GEOPOLITICA

L’IMMAGINE DEGLI USA AI MINIMI STORICI

FONTE: https://www.limesonline.com/notizie-mondo-oggi-16-settembre-turchia-grecia-chio-sondaggio-usa-cambogia-taiwan/120086?refresh_ce

Secondo un sondaggio condotto dal Pew Research Center in 13 paesi, l’opinione sugli Stati Uniti non è mai stata così negativa da quando il centro ha iniziato questa rilevazione nel 2000.

Perché conta: Persino due alleati di lungo corso come Regno Unito e Giappone registrano una minoranza di impressioni positive (41% per entrambi), mentre per i tedeschi è al 26% e per i francesi al 31%. L’unico paese in cui l’opinione positiva nei confronti degli Stati Uniti è maggioritaria è la Corea del Sud (59%), un dato importante per smorzare i due governi che invece sono ai ferri corti.

La gestione del coronavirus ha certo giocato un ruolo – gli Usa sono ritenuti da tutti i paesi sondati l’attore che ha gestito peggio l’epidemia e nel 2020 la loro immagine ha subito crolli verticali ovunque (addirittura -27% in Giappone e -17% in Italia).

Molto dipende anche dalla personalità del presidente, che fissa la narrazione e il tono, e ovviamente Donald Trump è alquanto deficitario: stupisce comunque che l’immagine del leader cinese Xi Jinping sia migliore della sua in tutti i paesi a eccezione dei comprensibili Giappone, Corea del Sud e Australia, dove in ogni caso la differenza è di pochissimi punti percentuali.

L’Italia rileva perché ha nettamente la percezione migliore del presidente russo Vladimir Putin (37%) e la peggiore della cancelliera tedesca Angela Merkel (50%) e del presidente francese Emmanuel Macron (35%).

L’insoddisfazione ha raggiunto i livelli della guerra in Iraq del 2003, finora il punto più basso per molti Stati. Ma la grande differenza rispetto ad allora è che il crollo fu improvviso e la ripresa relativamente veloce. Ora invece il calo è graduale, in corso da anni, e la tendenza è strutturale.

Per approfondire: America contro tutti

Lascia una risposta