EUROPANAZIONE

ALZO ZERO

ALZO ZERO – progetti europei

PROGETTI EUROPEI

Il discorso sullo Stato dell’Unione, pronunciato a Bruxelles da Ursula Von der Leyen il 16 settembre, è stato un discorso politico importante che analizzeremo nei prossimi giorni con la dovuta attenzione.

Era dai tempi di Jacques Delors che non si sentiva parlare di un progetto di così ampio respiro continentale, che declina temi delicati ed essenziali che possono essere affrontati solo su un  piano europeo: la digitalizzazione dell’economia in tutti i paesi dell’Unione, la sfida del “green deal” e della sostenibilità ambientale, la diffusione di un salario minimo europeo, la creazione di un “cloud europeo” per la conservazione dei dati per raggiungere tra qualche anno la “sovranità digitale” europea. 

Dei rapidi cenni, solo per citare alcuni esempi che necessiteranno una sempre maggiore unificazione degli odierni Stati membri.

Anche il Vertice europeo sulla Sanità, che si svolgerà in Italia, è una tappa importante del discorso complessivo che dovrebbe far capire a tutti che la sfida del Covid19 ha offerto ed offre ampie possibilità di intervento a livello europeo, a patto che non ci si chiuda in un “nazionalismo localistico” di scarso respiro che ci priverebbe, ancora una volta, della possibilità di raccogliere le sfide del futuro.

Sulla “pars destruens” del discorso della Von der Leyen (lotta all'”odio”, gender e la solita pletora di nullismo), facciamo sommessamente notare che questi concetti sovrastrutturali ideologici sono comuni oggi a tutte le liberaldemocrazie occidentali e vanno affrontati sul piano delle Idee e della Weltanschauung e non  intaccano la necessità storica di un blocco geopolitico europeo.

REDAZIONE KULTURAEUROPA

Lascia una risposta