EUROPANAZIONE

ALZO ZERO

ALZO ZERO – ricapitoliamo

RICAPITOLIAMO

Proviamo a ricapitolare in modo oggettivo quanto è successo in questo mese di frenetiche attività negoziali a livello europeo, a mente fredda.

Il 20 marzo Conte scrive una lettera al Financial Times chiedendo l’applicazione del MES, non richiesto da alcuno, senza condizioni.

Poi, sterza verso i Coronabond che implicano la mutualizzazione del debito pubblico italiano – anche pregresso? – tra tutti gli Stati Membri, causando la reazione degli Stati del Nord Europa, Olanda in testa, asserendo che i francesi la sostengono anche se non è così.

Germania e Francia dopo l’infruttuosa riunione dell’Eurogruppo del 7 Aprile, in cui l’Italia spinge all’estremo la proposta degli Eurobond minacciando anche di fare da sola e l’Olanda continua con il suo niet, si adoperano per trovare una soluzione di compromesso che prevede un MES senza condizioni ma solo per spese sanitarie, il ricorso alla cassa integrazione europea (Programma SURE) ed il ricorso ai progetti di investimento della BEI. Inoltre, in seguito, si esaminerà il ricorso al Recovery Fund proposto dalla Francia con modalità molto diverse da quanto millantato dall’Italia sui Coronabond.

I dati che emergono da queste giornate di trattative convulse sono i seguenti:

Il primo è che l’infantilismo sovranista di Conte non porta ad alcun risultato se non a continue capriole e salti della quaglia a dir poco imbarazzanti.

Il secondo è che la Germania, facendo mediazione tra esigenze opposte e mettendosi in posizione centrale, ne esce con la sua leadership europea rafforzata insieme alla Francia.

Il terzo è che incomincia ad intravedersi un unione di tipo fiscale necessaria per attuare il piano di misure varato e questo è un’accelerazione dell’integrazione dei sistemi europei.

Last but not the least, per ora chi si aspettava un’implosione dell’UE, come i sovranisti a servizio angloamericano, rimarrà deluso insieme anche a chi in Italia ed in Olanda spingeva verso lo strappo traumatico.

REDAZIONE KULTURAEUROPA

  1. Commenti per autore

    KULTURAEUROPA

    Ti ringraziamo per la tua continua attenzione nei nostri confronti,saremo lieti di accettare i tuoi contributi .

Lascia una risposta