EUROPANAZIONE

ECONOMIA

PROPOSTE ECONOMICHE STRAORDINARIE PER FRONTEGGIARE L’EMERGENZA CORONAVIRUS

AZIONI IMMEDIATE:

  1. NOMINA DI DUE MINISTRI PLENIPOTENZIARI: UNO ALL’EMERGENZA SANITARA, UNO ALL’EMERGENZA ECONOMICA, AVENTI I POTERI DI INDIRIZZO E DECRETO IMMEDIATO DEI VARI MINISTRI  ED ALTRE STRUTTURE STATALI (PROTEZIONE CIVILE, POLIZIA, ISTRUZIONE).
  2. BLOCCO IMMEDIATO E PER UN MESE DI TUTTE LE ATTIVITA’ DIDATTICHE E LAVORATIVE D’UFFICIO IN PRESENZA. OGNI ATTIVITA’ DI SERVIZIO ED AMMINISTRATIVA VA SVOLTA IN REMOTO. TUTTI I DIRIGENTI DEBBONO RECARSI AL LAVORO. TUTTI GLI IMPIEGATI DEBBONO LAVORARE DA CASA IN COLLEGAMENTO CON COMPUTER DEL DATORE DI LAVORO O PROPRIO. TUTTE LE CAUTELE E NORME SULLA SICUREZZA INFORMATICA SONO SOSPESE PER UN MESE. I LAVORATORI OPERANTI IN REMOTO DA CASA SONO TENUTI AD OSSERVARE LO STESSO ORARIO CONTRATTUALE. SE COLTI IN FLAGRANZA DI OMISSIONE DI LAVORO DEBBONO VENIR LICENZIATI IN TRONCO PER GIUSTA CAUSA.
  3. L’ATTIVITA’ DI PRODUZIONE AGRICOLA VA SVOLTA NORMALMENTE, CON LE CAUTELE SANITARIE GA’ PREVISTE (LAVARSI LE MANI, DISTANZA, ECC).
  4. LE ATTIVITA’ DI TRASPORTO E TRASFORMAZIONE POSSONO ESSERE RIDOTTE FINO AL 50% , A SECONDA DELLA DOMANDA E DELLA CONTIGUITA’ FISICA NECESSARIA.
  5. NEL SETTORE MANIFATTURIERO INDUSTRIALE GLI IMPRENDITORI CON FATTURATI IN CALO DI PIU’ DEL 20% DICHIARERANNO L’EMERGENZA ECONOMICA E SONO AUTORIZZATI AD ACCEDERE AI FONDI DI SOSTEGNO DI CUI SOTTO, A RIDURRE TEMPORANEMANETE IL PERSONALE E LA PRODUZIONE, IN FUNZIONE DELLA DOMANDA E DELLA SICUREZZA DEGLI OPERAI. GLI IMPIEGATI LAVORERANNO IN REMOTO.
  6. TUTTI I LAVORATORI TEMPORANEAMENTE NON NECESSARI O RIDONDANTI (RISTORAZIONE, BAR, AZIENDE, ALBERGHI, ECC) HANNO IMMEDIATO ACCESSO DELLA C.I.G. ORDINARIA, IN DEROGA O STRAORDINARIA FINO AL MOMENTO DEL RIASSORBIMENTO LAVORATIVO.
  7. PER TUTTI GLI ESERCIZI O AZIENDE CHE RILEVANO CALI DI FATTURATO SUPERIORI AL 10% VEDONO IMMEDIATAMENTE SOSPESI: TUTTI I VERSAMENTI FISCALI, PREVIDENZIALI; TUTTI GLI ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI, BUROCRATICI PER UN ANNO. TUTTI CONTROLLI AMMINISTRATIVI, DI OGNI TIPO, SONO SOSPESI. TUTTE LE DOMANDE PENDENTI SONO AUTORIZZATE, TUTTE LE ATTIVITA’ DI CONTROLLO SONO SOSPESE, CON LA SOLA ECCEZIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO.
  8. TUTTI GLI ESERCIZI INDUSTRIALI, COMMERCIALI E DI SERVIZI CHE MOSTRANO CALI DI FATTURATO SUPERIORI AL 20% ACCEDONO AD UNO SPORTELLO DI CASSA PER FINANZIARE IL CAPITALE CIRCOLANTE FORNITO DALLA BANCA D’ITALIA, CON APPOSITO STANZIAMENTO.
  9. I PRESTITI AVRANNO NATURA TRIMESTRALE, RINNOVABILI, A TASSO 0%. I RIMBORSI POSSONO ESSERE DIFFERITI PER 3 ANNI.
  10. TUTTE LE NUOVE NECESSITA’ DI ASSUNZIONE DI PERSONALE TEMPORANEO SONO AUTORIZZATE SU SEMPLICE CHIAMATA PER UN ANNO CON TASSAZIONE ZERO E CONTRIBUTI INPS A CARICO DELLO STATO.
  11. OGNI VERSAMENTO DI IMPOSTE O CONTRIBUTI SOSPESI SARA’ VERSATO ALLO SCADERE DI UN ANNO, E RATEIZZATO IN CINQUE ANNI.
  12. LO STATO PAGHERA’ IMMEDIATAMENTE I 53 MILIARDI DI DEBITI COMMERCIALI AD AZIENDE PRIVATE ANCORA SOSPESE, E PER LE QUALI L’ITALIA E’ GIA’ STATA CONDANNATA IN SEDE EUROPEA. LO STATO PAGHERA’ OGNI FORNITURA DA ORA IN AVANTI ENTRO 15 GIORNI.
  13. LA B.E.I. EMETTERA’ TITOLI AAA SUL MERCATO PER 100 MILIARDI DI EURO, RIPARTENDO I PROVENTI SUI PAESI PIU’ COLPITI DAL VIRUS, IN PROPORZIONE ALLA GRAVITA’ DELLA SITUAZIONE SANITARIA. I FONDI SARANNO INDIRIZZATI DAI GOVERNI RICEVENTI A POTENZIAMENTO DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE ED AGLI INDENNIZZI ECONOMICI DI CUI AI PUNTI 6,7,8,9,10, 15.
  14. L’ITALIA NON APPLICHERA’, PER ALMENO DUE ANNI, PER LA BANCHE ITALIANE LA CLASSIFICAZIONE EUROPEA DI PRESTITO BANCARIO IN DEFAULT (DEFINITO COME OGNI PAGAMENTO IN ARRETRATO DI 90 GIORNI).
  15. MORATORIA SU TUTTE LE RATE DI MUTO CON LE BANCHE PER LE IMPRESE E SETTORI COLPITE DA RECESSIONE ECONOMICA. IL FONDO CENTRALE DI GARANZIA ED I FONDI REGIONALI SONO RADDOPPIATI PER GARANTIRE LE ESPOSIZIONI.
  16. MORATORIA O RIDUZIONE TEMPORANEA DEGLI AFFITTI PER GLI ESERCIZI I CUI CONDUTTORI NON SIANO ANCHE PROPRIETARI.
  17. SBLOCCO ED APPROVAZIONE IMMEDIATA DI TUTTE LE OPERE PUBBLICHE IN CORSO DI DISCUSSIONE ED APPROVAZIONE. I FONDI VANNO STANZIATI IMMEDIATAMENTE, LE AUTORIZZAZIONI FIRMATE SUBITO, LA PARTENZA DEI CANTIERI VELOCISSIMA. L’ITALIA VA “COMMISSARIATA” IN DEROGA AD OGNI CODICE DEGLI APPALTI, NORMATIVA SECONDARIA, ECC (SCHEMA PONTE MORANDI).
  18. INCENTIVO PER TRE ANNI DEGLI IPERAMMORTAMENTI DEI NUOVI E VECCHI INVESTIMENTI.
  19. 10.000 MEDICI E 20.000 INFERMIERI ASSUNTI IMMEDIATAMENTE, DALLE GRADUATORIE. IN DEROGA AD OGNI CONTROLLO

PROF. VITTORIO DE PEDYS